SEO per E-commerce 2024, la guida definitiva

seo per ecommerce

Questa guida nasce per fornire una panoramica più dettagliata sul mondo della SEO per e-commerce fornendo ai proprietari di negozi online alcuni degli strumenti necessari per aumentare la visibilità, attirare traffico qualificato e massimizzare le conversioni nel 2024.

Perciò, la prima domanda che ti faccio è:

  • Sicuro che sul tuo e-commerce vengano gestite correttamente tutte le fasi di scansione e indicizzazione dal punto di vista della technical SEO?“.

E ancora:

  • stai dando la giusta importanza agli indicatori di qualità, alla riprova sociale e all’accessibilità del tuo ecommerce?“.
Antonio Mattiacci

Ecco, ora sarei curioso di sentire le tue risposte reali… 🙂

In un mondo digitale dove ogni click conta e ogni secondo di attenzione è oro, devi essere armato fino ai denti. E non basta avere un bel sito con ottimi prodotti: se non sei visibile, sei invisibile. E l’invisibilità online è la morte per qualsiasi e-commerce.

Cosa leggerai in questo post?

L’ABC della SEO per E-commerce, di cosa parliamo?

Prima di tutto, bisogna fornire un po’ di contesto su questo argomento:

  • Seo per ecommerce vuol dire pianificare e mettere in atto un insieme di attività che incrementino la visibilità organica di un negozio online nei risultati di ricerca o serp (di Google, Bing, ecc…) e contestualmente aumentino le possibilità di vendere di più.

Cominciare senza una strategia è un po’ come navigare senza bussola: si finisce per girare in tondo. SEO non è solo un acronimo carino ma può rappresentare la spina dorsale del tuo e-commerce. Senza di essa, puoi avere i migliori prodotti del mondo ma saranno come tesori sepolti in fondo al mare.

Perciò, trovo giusto elencarti alcuni punti da considerare:

  • Iniziamo con la struttura del tuo sito. È la tua mappa del tesoro. Deve essere chiaro, logico, facile da navigare per l’utente e da scansionare per il crawler. Ogni pagina deve avere un scopo e condurre il cliente verso un obiettivo: l’acquisto.
  • Poi ci sono i contenuti e qui non si scherza: devi creare risorse che rispondano alle domande dei tuoi clienti, che risolvano i loro problemi e che, soprattutto, li convincano a scegliere te.
  • Parole chiave? Sono molto meno importanti importanti di quello che pensi, se prese singolarmente; oggi bisogna lavorare per intercettare bisogni latenti e manifesti, entità, azioni ma anche farsi trovare come brand.
  • Le parole devono fluire nel testo come un fiume in piena.
  • Per non parlare di velocità di caricamento e ottimizzazione mobile. Viviamo in un’era dove la pazienza è più rara dell’oro. e, con l’avvento dei dispositivi mobili, se il tuo sito non è ottimizzato per smartphone e tablet è come avere un negozio con la porta chiusa.

L’ecommerce deve diventare un luogo virtuale dove i clienti entrano e non vogliono più uscire. Dove ogni click li porta più vicini all’acquisto. Dove la navigazione è un piacere, non una tortura.

SEO Tecnica per ecommerce: fasi di scansione e indicizzazione, errori da evitare

Se pensi che il SEO sia solo questione di parole chiave e contenuti, sei completamente fuori strada: senza la SEO tecnica sarà difficile gestire correttamente le fasi di scansione e indicizzazione. Ed è qui che si gioca una parte cruciale della lotta per la visibilità online. Parliamo di:

  • tag canonical
  • gestione della paginazione
  • hreflang per i siti multilingua
  • robots.txt
  • sitemap
  • ma non solo….

Sembra roba da nerd? Lo è, ma è essenziale. Andiamo a vedere perché.

Partiamo dai tag canonical e dalla gestione della paginazione nel listing. Scommetto che hai un sacco di prodotti sul tuo sito, giusto? E probabilmente li mostri su più pagine. Qui entra in gioco la paginazione. Senza una gestione adeguata, potresti finire con contenuti duplicati e Google odia i duplicati. I tag canonical ti aiutano a dire a Google quale è la pagina principale da considerare, evitando problemi di contenuto duplicato e assicurando che il giusto valore SEO vada alla pagina giusta. Ma fai attenzione a come imposti i canonical delle paginazioni dalla seconda pagina in poi perché potresti perdere link interni a risorse importanti e rischiare che queste vengano escluse dall’indice di Google.

Il tag canonical

Poi abbiamo gli hreflang nei progetti multilingua. Se il tuo e-commerce è internazionale, devi parlare la lingua dei tuoi clienti. Gli hreflang sono come degli interpreti che dicono a Google quale versione della tua pagina mostrare a seconda della lingua e della regione dell’utente. Senza di essi, potresti finire per mostrare la versione italiana di una pagina a un cliente che parla inglese. Non è il massimo, vero?

L'attributo hreflang

Altro aspetto importante e complesso, è la gestione dei prodotti in base alla stagionalità attraverso gli stati http: 301, 302, 404, 410, 200 con contenuto editoriale cosa fare? In base al modello di business e al tipo di prodotti disponibili (e non), vanno fatte delle scelte importanti: reindirizzo la risorsa non più disponibile verso un’altra simile, la lascio in 404 con dei link a correlati perché temporaneamente non disponibile, la lascio in 200 come pagina editoriale che presidia la parte info-commerciale dell’intento ma linka risorse simili o la rendo definitivamente non disponibile?

Gli status code http

Sono tutte soluzioni applicabili e potenzialmente corrette che vanno contestualizzate in base alla situazione dell’ecommerce e valutate con calma.

La sitemap

Infine, il file robots.txt e la sitemap. Il robots.txt è il tuo buttafuori. Dice ai motori di ricerca quali pagine possono e non possono esplorare. La sitemap, invece, è come un indice del tuo sito. Aiuta Google a capire la struttura del tuo sito e a trovare più facilmente le tue pagine. Entrambi sono fondamentali per una buona scansionabilità ed indicizzabilità del sito web.

Il Robots.txt

In breve, la SEO tecnica è il lavoro dietro le quinte che rende il tuo sito anche funzionale e facilmente esplorabile dai motori di ricerca. È un lavoro complesso ma incredibilmente importante. Trascura questi aspetti e tutto il resto del tuo lavoro SEO potrebbe diventare inutile.

Seo per ecommerce e User Experience per conquistare clienti

Oggi la user experience (UX) è una necessità assoluta. È il biglietto da visita, la prima impressione, la promessa non detta al cliente. Una UX di alto livello significa che i tuoi visitatori non solo trovano quello che cercano, ma si innamorano del processo. Nello specifico, parliamo di tre pilastri fondamentali della UX per trasformare un semplice visitatore in un cliente fedele:

  • indicatori di qualità;
  • riprova sociale;
  • accessibilità.

Gli indicatori di qualità parlano prima ancora dei tuoi prodotti. Un design pulito, immagini di alta qualità, contenuti chiari e convincenti, una navigazione intuitiva ma soprattutto vantaggi rispetto alla concorrenza, premi ricevuti dal brand, agevolazioni per i clienti. Tutto questo va messo in risalto, ogni aspetto del tuo sito deve gridare “professionale e di alta qualità”. Ogni pagina, ogni immagine, ogni parola deve essere rifinita alla perfezione. Ricorda, in un mondo dove l’attenzione è una moneta rara, la qualità è il tuo miglior investimento.

La riprova sociale. Le persone vogliono sapere che non sono le prime a fare una scelta. Recensioni, testimonianze, casi di studio, numero di vendite, menzioni sui social media – tutto ciò serve a costruire fiducia. La riprova sociale è il tuo alleato nel convincere i visitatori che sono nel posto giusto. È la voce dei tuoi clienti che parla direttamente ai potenziali acquirenti.

L’accessibilità. Il tuo sito deve essere accessibile a tutti, indipendentemente dalle loro capacità o dalla tecnologia che usano. Testi leggibili, colori contrastanti, navigazione semplice, compatibilità con screen reader. L’accessibilità non è solo una questione di etica; è buon business. Un sito accessibile è un sito che accoglie un pubblico più ampio, aumentando il tuo potenziale di mercato.

Possiamo dire che una buona UX è il modo in cui rispetti, comprendi e valorizzi i tuoi clienti trasformando i visitatori in ambasciatori del tuo brand

Seo per ecommerce: altri fattori chiave importanti ed efficaci

  • Struttura del Sito e Navigazione Intuitiva
    Una struttura di sito ben organizzata aiuta gli utenti e i motori di ricerca a navigare facilmente nel tuo e-commerce. Include una mappa del sito XML e assicurati che la tua architettura interna sia logica e intuitiva.
  • Velocità del Sito e Mobile-First Indexing
    In un’era mobile-first, la velocità di caricamento del tuo sito e la sua reattività su dispositivi mobili sono fondamentali. Utilizza strumenti come Google PageSpeed Insights per analizzare e migliorare le prestazioni del sito.
  • Risorse di Qualità
    Crea contenuti originali e di valore che rispondano alle domande dei tuoi clienti. Utilizza una ricerca di parole chiave approfondita per identificare termini rilevanti e inseriscili strategicamente nei titoli, descrizioni e contenuti dei prodotti.
  • Utilizzo dei Dati Strutturati
    I dati strutturati aiutano i motori di ricerca a comprendere meglio il contenuto del tuo sito e collegare semanticamente le varie entità. Utilizza lo schema markup per evidenziare informazioni sui prodotti, recensioni, disponibilità di inventario e tanto altro
  • Link Building e Autorità di Dominio
    Sviluppa una strategia di link building per accrescere l’autorità del tuo sito. Collabora con influencer, blog di settore e siti affidabili per ottenere backlink di qualità e autorevolezza.
  • Imparare dai Competitors e distinguersi
    Analizza i tuoi concorrenti per capire quali strategie SEO stanno adottando, fai reverse engineering e distinguiti con i tuoi elementi differenzianti.
  • Feedback e Recensioni dei Clienti
    Incorporare recensioni e feedback dei clienti può migliorare significativamente il SEO. Questi elementi aumentano l’autenticità e la fiducia, elementi chiave sia per gli utenti che per Google.
  • Importanza del SEO Locale
    Per i negozi online che hanno anche una presenza fisica, il SEO locale è fondamentale. Assicurati di ottimizzare per ricerche geolocalizzate e includi dettagli come indirizzo, orari di apertura e contatti locali.
  • Monitoraggio e controllo
    Fissare obiettivi, stabilire kpi per misurare l’andamento delle attività.

Seo per ecommerce 2024, la ricerca delle keyword a cosa serve

La scelta delle parole chiave giuste è importante in ogni strategia SEO vincente, specialmente per l’e-commerce, ma va contestualizzata come mezzo per intercettare i bisogni latenti e manifesti degli utenti nel loro percorso online. La keyword research fa parte dell’analisi semantica e può essere eseguita utilizzando strumenti specifici – come Google Keyword Planner, Ahrefs, Sistrix, SEMrush, Google Search Console (se il progetto ha volumi importanti di dati Google da analizzare), le serp – che consentono di identificare non solo i termini più ricercati ma anche quelli con un intento d’acquisto chiaro.

Questo processo aumenta le probabilità che i tuoi prodotti si posizionino davanti agli occhi giusti al momento giusto.

Seo per ecommerce 2024, Architettura del Sito

Un sito e-commerce ben organizzato segue la regola dei 3 clic, garantendo che ogni prodotto sia raggiungibile in non più di tre passaggi dalla homepage. Questa pratica non solo migliora l’usabilità per i visitatori ma favorisce anche i crawler dei motori di ricerca nelle fase di scansione e indicizzazione del tuo sito, potenziando la tua SEO.

Seo per ecommerce 2024, Ottimizzazione On-Page

Dettagli come meta title, meta description e l’ottimizzazione delle immagini possono avere un impatto più o meno significativo sulla visibilità dei tuoi prodotti ma non sono la panacea di tutti i mali e rappresentano il 15% delle attività di ottimizzazione seo on page. Per esempio, un meta title accattivante con la keyword principale al suo interno e una meta description che inviti al clic possono aumentare la probabilità che l’utente clicchi sullo snippet ma se la risorsa non viene scansionata né indicizzata può sparire dalle serp e l’utente non la vedrà mai; mentre immagini ottimizzate possono alleggerire il caricamento delle pagine ma non è detto che migliorino ‘esperienza utente e risolvano il problema del core web vitals LCP per il quale bisogna lavorare sul rendering (ovvero sulla riduzione dei tempi di caricamento di elementi specifici presenti nel sorgente della pagina).

Seo per ecommerce 2024 e Link Building

Costruire una rete di backlink di qualità verso il tuo e-commerce è essenziale per aumentare l’autorità del sito agli occhi di Google. Strategie come il guest blogging, le partnership e i contenuti di valore che generano link in modo naturale possono fare la differenza nel posizionamento del tuo sito.

Seo per ecommerce 2024, altri errori comuni da evitare

Oltre ad evitare gli errori tecnici di cui abbiamo parlato sopra, fare attenzione anche alla duplicazione di contenuti, alla superficialità nella creazione dei meta tag, alla scarsa qualità delle immagini, all’ottimizzazione mobile può contribuire a migliorare la tua strategia SEO. Una costante revisione e ottimizzazione assicurano che il tuo e-commerce rimanga competitivo nel panorama digitale.

Strumenti SEO per ecommerce imprescindibili

Sotto una breve lista degli strumenti fondamentali necessari nell’attività seo per ecommerce:

  • Cervello, buon senso e spirito critico
  • Google Search, Discover, Maps, Lens, Youtube
  • Google Search Console
  • Google Analytics 4
  • Screaming Frog
  • Ahrefs
  • Keyword Planner Tool di Google Ads

Oltre quelli sopra elencati, esistono anche numerosi strumenti di terze parti molto utili in altri punti delle analisi seo e dei competitors (come Sistrix, Seozoom, Semrush, Similar Web, Similar Tech, Helium 10, e tanti altri) ma vanno sicuramente usati in una seconda fase in aggiunta ai fondamentali suddetti.

Il presente della SEO per ecommerce è fatto di Intelligenza artificiale e Multimodalità

In un mondo digitale che evolve a ritmi vertiginosi, la SEO sta subendo una rivoluzione copernicana grazie a due protagonisti:

  • l’Intelligenza Artificiale (AI)
  • la Multimodalità.

Questi non sono semplici trend passeggeri ma i pilastri su cui si sta costruendo il presente e il futuro del web. L’integrazione dell’AI nei risultati di ricerca Google, Bing, ecc. oggi sta raggiungendo vette inimmaginabili. Gli algoritmi di Google, sempre più sofisticati, utilizzano l’AI per comprendere non solo il contenuto testuale delle pagine web, ma anche il contesto, l’intento di ricerca, e persino le sfumature emotive dietro le query degli utenti.

perspectives

Questo significa che il vecchio approccio basato su keyword stuffing e tecniche SEO obsolete è destinato al fallimento (nonostante in alcune nicchie dominate dallo spam funzioni ancora). Invece, è richiesto un approccio più organico, naturale e incentrato sull’utente.

Parallelamente, la Multimodalità sta cambiando il modo in cui interagiamo con i contenuti online. Non si tratta più solo di testo ma immagini, video, audio, e realtà aumentata giocano un ruolo sempre più centrale. Google sta spingendo i proprietari di siti web a pensare al di là del testo ma soprattutto oltre la search (quindi, anche su Maps, Discover, News, Lens, Youtube). Un’immagine ha un suo specifico significato SEO, così come un video o un podcast possono essere ottimizzati per essere più facilmente rintracciabili dai motori di ricerca.

Perciò, bisognerà lavorare per creare un’esperienza utente ricca e coinvolgente che integri vari formati di contenuto in modo armonioso e funzionale. Un percorso completo, immersivo e profondamente in sintonia con le intenzioni e i desideri degli utenti alle prese con il messy middle.

Insomma,  sta cambiando definitivamente l’internet (e il nostro modo di viverlo) e con lui anche la seo per ecommerce ed il futuro sarà verso gli assistenti virtuali a supporto degli utenti nella navigazione degli ecosistemi. Anzi, ormai questo è il presente….

Vuoi saperne di più sulla Seo per ecommerce?

Dicono di me…

Antonio è un professionista appassionato, preparato e affidabile. Ho avuto la possibilità di coinvolgerlo su diversi progetti, anche molto complessi, e si è rivelato sempre la persona giusta, sia dal punto di vista tecnico che nella gestione della relazione con il cliente. Ed è anche una persona simpatica e piacevole con cui avere uno scambio umano e professionale. È davvero un piacere lavorare con lui.

Luca MarcianoFounder Madcrumbs srl & Web Analytics Specialist

Antonio è un professionista molto preparato e competente. Ho avuto occasione di collaborare con lui su progetti complessi in cui ha saputo arrivare a risultati concreti.

Laura BonicoliSEO Specialist in Dibix srl

La professionalità, la diligenza, la serietà ed i risultati riuniti in un unico Professionista. Sono Antonio Abbagnato, CEO e Founder di vari progetti e la collaborazione con Antonio, oltre ad essere un piacere nel lavorare spalla contro spalla, è uno dei nostri punti di forza.

Tony AbbagnatoFounder Tricomedica, Pygmenta, Black Rain Academy

Con lui ho capito cosa sia davvero la Seo, un grandissimo esperto, un autentico professionista, ci siamo trovati benissimo.
Grazie

Franco BiasciCEO & Founder di Dibix Srl

Antonio è stato bravissimo nella risoluzione dei problemi del mio sito: avevo bisogno di un digital strategist e lui mi ha saputo guidare per rifare il sito in maniera veloce intuitiva. Collaboro con lui da due anni e mi trovo benissimo! Molto consigliato.

Hewelin VanniWedding Planner, imprenditrice

Seguo Antonio quasi tutte le mattine nelle sue utilissime dirette del collettivo The Breaking Web, ed ho avuto il piacere di conoscerlo personalmente in occasione di un pranzo informale, dove la mia stima professionale per lui – nata durante alcuni scambi e confronti one to one – non ha fatto che confermare le mie impressioni sul fatto che sia una persona competente nel suo ambito, con una visione dei progetti molto concentrata sul risultato, e una forte simpatia ulteriormente amplificata da un educato e gradevole accento partenopeo.

Enzo MastrolonardoLocal Marketer Expert & Project Manager

Ho collaborato con Antonio su diversi progetti di ottimizzazione SEO come PM. Mi ha molto colpito la sua capacità di mettere in piedi strategie innovative, tagliate su misura per il cliente, sulla base dell’andamento del settore in quel determinato momento. Ho potuto apprezzare anche la capacità di saper intervenire per priorità, portando al cliente risultati concreti e valorizzandoli.
Molto preciso anche per quanto riguarda le deadline e sempre sul pezzo sugli aggiornamenti di Google, è un piacere lavorare con lui!

Lorena FanunzaHead of Editorial Content & Social Media

Un signor professionista e, umanamente, una spanna sopra a tanti.

Max Del Rosso (alias Cristian Uguccioni)SEO linkbuilder specialist & Ai, founder di premiumlink.it e freeseotools.it

Professionale e puntuale in ogni progetto. Un consulente SEO davvero valido e pronto ad intervenire tempestivamente su ogni problematica. Collega consigliatissimo

Michele SenatoreHead of SEM

Ho conosciuto Antonio due anni fa, a un evento di marketing, e mi è piaciuto sin da subito. È appassionato, competente e sempre disposto a condividere le sue conoscenze. Sa analizzare e trovare soluzioni efficaci, cercando sempre nuovi stimoli rimanendo aggiornato sulle tendenze del settore. È un’ottima persona e un ottimo professionista!

Luca OlovrapConsulente Seo

Antonio è un amico e un collega seo. La sua competenza è di alto livello per cui mi sento, senza ombra di dubbio alcuno, di consigliare la sua consulenza.

Andrea GiudiceConsulente Seo

Antonio è un punto di riferimento nel mondo SEO. Professionista attento e scrupoloso sa darti il consiglio giusto al momento giusto.
Ho avuto modo di collaborare con lui su numerosi progetti e mi ha sempre stupito per la grande conoscenza della materia e la voglia di aggiornarsi.

Demetrio OrecchioSeo & Analytics Specialist in Nucleus Srl

Ho avuto modo di lavorare più volte con Antonio professionista iper competente e disponibile. Per me, è sempre un piacere lavorare con lui e infatti negli anni siamo divenuti amici. Grazie Antonio dovrò sdebitarmi delle tante volte che mi hai aiutato!

Fabio AntichiDigital ADV & SEO presso Dibix Srl
>
Skip to content